La piorrea sintomi - Studio Dentistico Dott. Pierluca Vivaldini

Vai ai contenuti

HO LA PIORREA?

Hai sensibilità ai denti perchè si stanno scoprendo le radici, hai denti che si muovono oppure le gengive che sanguinano? Probabilmente stai soffrendo di una malattia gengivale. In questa pagina puoi ottenere alcune informazioni a riguardo.
La malattia parodontale è una malattia infiammatoria cronica batterica, prevenibile e curabile delle gengive, che può distruggere l'osso e il tessuto connettivo che sostiene i denti.

La placca che si forma al di sotto del margine gengivale può irritare le gengive e stimolare una risposta infiammatoria prolungata che dà inizio a gengiviti e parodontiti.

La gengivite è la forma più lieve di malattia parodontale. La parodontite è una malattia gengivale avanzata che si manifesta se la gengivite non viene gestita, se l'igiene orale è scarsa e / o se c'è una storia familiare o predisposizione genetica. Con la parodontite, le gengive si separano dai denti, formando sacche che vengono infettate da batteri. Se non trattata, questa malattia può danneggiare l'attacco dei denti all'osso e alla fine può distruggere del tutto il tessuto gengivale e l'osso. Il tipo più comune è la parodontite cronica, in cui l'infiammazione aumenta lentamente all'interno dei tessuti di supporto dei denti e si verifica un progressivo distacco e perdita ossea dando luogo a ciò che comunemente è chiamato piorrea, ovvero la perdita di denti sani: i denti vengon via per conto loro.

Parodontite:come riconoscere e sconfiggere una malattia dentale molto diffusa, ma sottovalutata.

I PRINCIPALI SINTOMI DELLA PARODONTITE

I sintomi della malattia parodontale non devono mai essere sottovalutati, perché portano sempre a un peggioramento e a una cronicizzazione dei disturbi, con il conseguente aggravamento della patologia. La parodontite non causa dolore significativo! A differenza della carie, il dolore non è quindi un buon indicatore per rilevare l'allentamento dei denti.

I  principali sintomi della parodontite sono:

  • gengive sanguinanti
  • la formazione di tasche tra la gengiva e la superficie della radice del dente (secondaria alla distruzione dell'attacco gengivale al dente). Successivamente, l'osso dell'alveolo, il foro in cui appoggia il dente, può essere distrutto.
  • gonfiore (edema) delle gengive. La mia gengiva è rossa e non rosa (attenzione, questo sintomo non esiste in un paziente che fuma la cui gengiva, anche quando è malata, non cambia colore). La mia gengiva sanguina quando mi lavo i denti o anche spontaneamente (attenzione, questo sintomo è inesistente nei fumatori le cui gengive, anche se malate, non sanguinano).
  • allentamento del dente, che lo rende più visibile. Le mie gengive si ritirano , le radici dei miei denti diventano visibili, i miei denti sembrano "crescere".
  • la presenza di dolore, ma la parodontite può anche essere subdola e indolore. Ho sensibilità dentale a cibi caldi e / o freddi e / o zuccherini quando mangio (un leggero dolore suggerisce piccole cavità).
  • migrazione dentale. Gli spazi tra i miei denti stanno aumentando o i denti si sovrappongono. Il cibo mi si blocca regolarmente tra i denti .
  • I miei cari si lamentano del mio alito cattivo (alitosi).
  • Sento una diffusa sensazione di disagio intorno ai denti .
La malattia può essere localizzata, interessando un dente, un gruppo di denti o essere generalizzata a tutta la bocca. Può anche essere cronica e aggressiva.

Nei casi più gravi, c'è formazione di ascessi pardontali (tessuto gengivale gonfio e doloroso con fuoriuscita di pus) e perdita ossea che può essere quantificata radiograficamente. Il dente inizia quindi a muoversi. Questa situazione è irreversibile.

Il rischio di avere la parodontite aumenta se:

  • Fumo (> 5 sigarette al giorno).
  • Diabete poco equilibrato .
  • Stress (professionale e / o personale).
  • Gravidanza attuale o recente .
  • Contesto familiare e quindi genetico (i membri della mia famiglia sono o sono stati colpiti da mobilizzazione dentale
  • scarsa igiene orale, con insufficiente spazzolatura dei denti
  • consumo eccessivo di alcol
  • nel 40-80% delle persone sono presenti fattori genetici che predispongono alla malattia; la parodontite è quindi in qualche modo ereditaria
  • infezione da virus (HIV, alcuni virus del gruppo herpes)
  • alcuni farmaci: antiepilettici, anticoagulanti, farmaci antirigetto (dopo un trapianto) o antipertensivi
  • alcune malattie come il diabete
  • età (il rischio aumenta con l'età)
  • sesso (gli uomini sono più colpiti delle donne)

Caratteristiche della Piorrea

Provoca dolore gengivale acuto e pulsante, accompagnato da un deterioramento delle condizioni generali (febbre, affaticamento). La gomma, violacea e staccata, emana un cattivo odore. I denti più colpiti sono gli incisivi inferiori e i primi molari.

La Diagnosi di parodontopatia

La diagnosi che effettuiamo nella nostra clinica è ovviamente più avanzata rispetto all'autodiagnosi proposta nella sezione precedente. Oltre all'osservazione visiva dei denti e delle gengive, vengono effettuati vari esami clinici, radiologici e microbiologici per valutare con precisione lo stadio di progressione della parodontite e determinare il trattamento più idoneo.
Schema per il sondaggio parodontale

Rilievo parodontale

Il sondaggio parodontale consiste nell'inserire delicatamente una piccola sonda graduata tra il dente e la gengiva, attorno a tutti i denti. La profondità di inserimento della sonda fornisce informazioni sul grado di avanzamento del rilascio.

Indagine parodontale


Campionamento batterico
Esistono molte specie di batteri coinvolti nella parodontite, la cui aggressività e resistenza variano. Il campione batterico consente di esplorare qualitativamente e quantitativamente le specie batteriche presenti sotto la gomma . Il campione viene prelevato utilizzando piccoli coni di carta assorbente inseriti nelle tasche parodontali. Questi coni di carta, che assorbono i batteri presenti, vengono poi inviati a un laboratorio di microbiologia per l'identificazione e la quantificazione.

Esami a raggi X.
In tutti i casi viene prima eseguita una radiografia panoramica . È un esame impreciso, ma essenziale per avere un'idea generale della situazione parodontale. Notare ad esempio, a sinistra dell'immagine sotto, la linea rossa che indica la posizione dell'osso che circonda i denti in un paziente con mobilizzazione dentale. Normalmente l'osso dovrebbe trovarsi sulla linea verde tratteggiata.

Questo esame di base può essere integrato in alcuni casi da un esame radiografico tridimensionale del tipo Cone Beam. Quest'ultimo permette di visualizzare con grande precisione l'osso che circonda i denti in tutte le dimensioni dello spazio. La diagnosi può così essere affinata.
Piorrea
Provoca dolore gengivale acuto e pulsante, accompagnato da un deterioramento delle condizioni generali (febbre, affaticamento). La gomma, violacea e staccata, emana un cattivo odore. I denti più colpiti sono gli incisivi inferiori ei primi molari.
WebMaster and Designer Pierluca Vivaldini
Studio Dentistico Dott. Pierluca Vivaldini
via Brescia, 28 - 25020 Gambara (Bs)
Torna ai contenuti